Elementi Navigazione

13 ottobre 2009

Collaudato con successo il nuovo silo clinker di Guidonia

E' entrato in funzione da pochi giorni, presso la cementeria di Guidonia (RM), un nuovo deposito clinker da 60.000 tonnellate, che va ad aggiungersi ai tre già esistenti da 25.000 tonnellate ciascuno e permette di accordare più facilmente la capacità produttiva dello stabilimento con la curva di vendita del prodotto. L'opera, iniziata nel giugno del 2008, è stata terminata lo scorso mese di agosto.
Si tratta di un silo cilindrico in calcestruzzo, con diametro interno di 36 metri ed altezza complessiva di 58 metri. L'impianto è completamente automatico sia per quanto riguarda il carico del clinker proveniente dal forno sia la successiva estrazione.
L'investimento ha un impatto ecologico molto favorevole sulle attività di produzione ed il territorio circostante, poiché elimina qualsiasi stoccaggio di clinker all'aperto, fonte di elevata polverosità dovuta alla movimentazione del materiale con pala e camion. Dal punto di vista economico lo stabilimento beneficerà di una sensibile riduzione dei costi di trasporto interno. Infine, la certezza sul metodo di conservazione del clinker prodotto favorirà un miglioramento della qualità dei nostri cementi.

26 giugno 2009

Il cemento va a scuola

Durante l'anno scolastico 2008/2009 Buzzi Unicem ha scelto di essere presente nelle scuole di Casale Monferrato (AL) con un progetto pilota basato sullo studio della chimica del cemento. Tale progetto didattico sperimentale è stato realizzato presso la scuola media Alighieri, Trevigi ed il liceo classico e scientifico Balbo (classi del quarto anno).
Nella prima settimana di dicembre 2008 lo staff responsabile del progetto ha presentato la proposta ai ragazzi, con una lezione introduttiva prettamente teorica: il cemento e il suo ciclo produttivo, dall’estrazione delle materie prime alla vendita del prodotto finito; il calcestruzzo e il suo utilizzo. E’ stata focalizzata l’attenzione soprattutto su tutti i processi chimici che stanno alla base non solo dell’idratazione del cemento, ma anche dei controlli di qualità, fino alla messa in opera del manufatto.

Nel mese di marzo 2009 una trentina di studenti di 3° media ha preso parte al laboratorio presso le scuole partecipanti, scoprendo alcuni elementi base della chimica del cemento. I ragazzi delle medie hanno definito la differenza tra miscuglio e soluzione, sperimentando le relative tecniche di separazione come ad esempio filtrazione, evaporazione e precipitazione; hanno determinato il pH di diverse soluzioni tramite indicatori liquidi e indicatori universali; hanno studiato le differenze tra aggregati silicei e aggregati calcarei, non solo dal punto di vista superficiale ma anche chimico; hanno infine valutato l'indice di durezza di alcuni materiali tra cui clinker, calcare e gesso.
Per i ragazzi del liceo la sperimentazione in laboratorio è stata assai più approfondita, con esperimenti eseguiti direttamente dagli studenti. Sono state eseguite prove di determinazione dei solfati in soluzione, tramite precipitazione del solfato di Bario e analisi qualitativa e quantitativa tramite lettura UV-VIS del Cromo presente in eluati di cemento ridotto e non con solfato stannoso.
Nel mese di maggio 2009 il progetto si è concluso con una visita allo stabilimento di Trino (VC), che ha permesso agli studenti di vivere direttamente la fase di macinazione del cemento, la verifica del controllo qualità, il confezionamento di un calcestruzzo e ancora alcuni esperimenti all'interno del laboratorio analisi.

28 maggio 2009

La Provincia di Cuneo vince il "Premio Sfide 2009"

La provincia di Cuneo, grazie alle sinergie offerte dal nostro stabilimento di Robilante, ha vinto il "Premio Sfide 2009", per l'uso virtuoso del ciclo dei rifiuti.
Il Premio Sfide è un concorso riservato agli enti pubblici. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti, alla presenza del ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, si è svolta il giorno 11 maggio a Roma nell'ambito dei lavori del FORUM PA, la mostra-convegno dedicata all'innovazione nel settore pubblico. Il premio consiste in un'iniziativa promossa dal Dipartimento per lo Sviluppo delle Economie territoriali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, volta all'individuazione di progetti particolarmente innovativi di amministrazioni pubbliche. Lo scopo è quello di costruire una PA capace di raggiungere risultati efficienti, efficaci, verificabili e partecipati.
I partecipanti sono stati 91; 16 i vincitori, tra cui la Provincia di Cuneo col progetto "Gestione e valorizzazione energetica dei rifiuti in cementeria". La Provincia di Cuneo, non potendosi permettere un termovalorizzatore, ha utilizzato i forni della cementeria di Robilante, che hanno bruciato al posto del carbone 42.000 ton di combustibile derivato dai rifiuti, con un risparmio di oltre 80.000 tonnellate di anidride carbonica emesse in atmosfera nel biennio 2007-2008.

30 aprile 2009

Online il Bilancio di Sostenibilità 2008

Lo scorso 28 Aprile è stato presentato all'assemblea degli azionisti il Bilancio di Sostenibilità 2008.
Esso illustra le performance sociali, ambientali ed economiche connesse alle attività svolte dal gruppo durante il 2008, in linea con l'approccio consolidato nel corso degli ultimi anni. La struttura ed i contenuti seguono la logica della continuità, registrando nel 2008 un affinamento del sistema di reporting ed il raggiungimento del massimo livello di applicazione A+ secondo il GRI (Global Reporting Initiative).
Questo risultato è da considerare come un concreto riconoscimento dell'impegno dedicato ad evolvere sia il contenimento degli impatti ambientali sia il consolidamento e lo sviluppo dei rapporti con i nostri portatori di interesse. Inoltre, l'anticipazione dei tempi di pubblicazione ed il concept di comunicazione condiviso con il bilancio consolidato, consente di ritenere la sostenibilità come un tema materiale all'azienda. Il bilancio di sostenibilità viene stampato in tre lingue: italiano, inglese e tedesco.