Corporate governance

Buzzi Unicem adotta un sistema di corporate governance in linea con le raccomandazioni formulate dalla CONSOB in materia; esso è orientato ai principi contenuti nel Codice di Autodisciplina delle società quotate e, più in generale, alle best practices riscontrabili in ambito nazionale e internazionale.
Gli strumenti a carattere volontario trovano applicazione in tutte le società del gruppo, comprese le aziende estere; gli strumenti che fanno riferimento a disposizioni di legge, si conformano a quanto previsto nei diversi contesti normativi.

Relazione sulla corporate governance
Statuto
Regolamento assembleare
Consiglio di amministrazione
Collegio sindacale
Controllo interno
Operazioni con parti correlate
Internal dealing
Codice di condotta
Modello di organizzazione, gestione e controllo

Relazione sulla corporate governance

Come prescritto dal regolamento di Borsa Italiana, Buzzi Unicem pubblica annualmente in occasione dell'assemblea dei soci la propria relazione annuale sulla corporate governance.
Relazione sulla corporate governance 2006
Relazione sulla corporate governance 2007
Relazione sulla corporate governance 2008
Relazione sulla corporate governance 2009
Relazione sulla corporate governance 2010
Relazione sulla corporate governance 2011
Relazione sulla corporate governance 2012
Relazione sulla corporate governance 2013
Relazione sulla corporate governance 2014
Relazione sulla corporate governance 2015

Statuto

Lo Statuto sociale, approvato dall'assemblea degli azionisti, contiene le norme per il funzionamento della società.
Statuto

Regolamento assembleare

L'adozione del regolamento è prevista da apposita clausola statutaria. Il regolamento è stato approvato dall'assemblea ordinaria in data 11 maggio 2001 e successivamente modificato il 30 aprile 2004, per adeguarlo alle novità introdotte dalla riforma del diritto societario, l'11 maggio 2007 e l'8 maggio 2015.
Regolamento assembleare

Consiglio di amministrazione

Il consiglio di amministrazione è l'organo collegiale di gestione della società, investito di ogni potere inerente l'amministrazione ordinaria e straordinaria.
Il consiglio di amministrazione svolge primariamente una funzione di indirizzo e controllo in ordine alla generale attività della società e del gruppo ad essa facente capo, ferme restando le competenze di legge dei vari soggetti giuridici componenti il gruppo.
Attualmente il consiglio è composto da 3 membri esecutivi e 10 non esecutivi, di cui 7 indipendenti nelle persone di:

Consiglieri esecutivi

Enrico Buzzi
Pietro Buzzi
Michele Buzzi

Presidente d'Onore (non siede nel CdA)
Sandro Buzzi

Collegio sindacale

I sindaci sono chiamati a vigilare sull'osservanza della legge e dello statuto, nonché sul rispetto dei principi di corretta amministrazione nello svolgimento delle attività sociali, ed a controllare l'adeguatezza della struttura organizzativa, del sistema di controllo interno e del sistema amministrativo- contabile della società.
Il collegio attualmente in carica è composto da 3 membri effettivi e 2 supplenti, nelle persone di:
Fabrizio Di Giusto, Presidente
Mario Pia, Sindaco effettivo
Paola Giordano, Sindaco effettivo
Margherita Gardi, Sindaco supplente
Massimo Cremona, Sindaco supplente

Controllo interno

Il consiglio di amministrazione ha la responsabilità finale del sistema di controllo interno. La società ha istituito la funzione di Internal Audit, col compito di verificare il rispetto delle procedure interne, sia operative sia amministrative, stabilite al fine di garantire una sana ed efficiente gestione e la tutela del patrimonio aziendale.
Il consiglio di amministrazione ha nominato un preposto al controllo interno, nella persona del responsabile della funzione Internal Audit, il quale non dipende gerarchicamente da alcun responsabile di area operativa. Egli riferisce del proprio operato agli amministratori ed ai sindaci.

Operazioni con parti correlate

Il Consiglio di Amministrazione ha adottato, ai sensi del Regolamento Consob n. 17221/2010 e successive modificazioni, le "Procedure per operazioni con parti correlate" contenenti le regole che assicurano condizioni di correttezza sostanziale e procedurale nell'intero processo di realizzazione delle operazioni con parti correlate. In data 7 febbraio 2014 il Consiglio di Amministrazione ha deliberato la modifica delle Procedure in oggetto per adeguare il perimetro delle parti correlate alla ridefinizione dei dirigenti con responsabilità strategiche conseguente all'assetto organizzativo del gruppo adottato a seguito, tra l'altro, del delisting della controllata Dyckerhoff.
Procedure per operazioni con parti correlate

Internal dealing

Il consiglio di amministrazione ha adottato la procedura internal dealing, diretta a disciplinare gli obblighi informativi inerenti le operazioni finanziarie a qualsiasi titolo effettuate dalle persone rilevanti (così come nella stessa definite) sulle azioni o su altri strumenti finanziari quotati del gruppo Buzzi Unicem.
Procedura internal dealing
Comunicazioni internal dealing

Codice di condotta

Ogni dipendente del gruppo Buzzi Unicem si deve attenere alle linee guida del codice nell'affrontare e nel superare le sfide all'etica ed alla legalità che si possono incontrare nell'attività quotidiana.
Codice di condotta

Modello di organizzazione, gestione e controllo

Il consiglio di amministrazione ha adottato il modello di organizzazione e gestione previsto dal decreto legislativo 231/2001, che ha introdotto un regime di responsabilità penale a carico delle società per i reati contro la pubblica amministrazione ed i reati societari commessi da amministratori, dirigenti o dipendenti nell'interesse o a vantaggio delle società stesse. L'organismo di vigilanza è stato individuato nella funzione Internal Audit. L'attività di controllo è indirizzata e guidata dall'analisi delle attività a rischio reato. Tale analisi è rivista annualmente con tutte le funzioni operative.
Il codice etico adottato è portato a conoscenza e si applica in quanto compatibile, anche ai rappresentanti, mandatari, agenti, collaboratori consulenti esterni e imprese che agiscono in nome e/o per conto o che ricevono un incarico dalla società.
Elementi caratteristici del Modello Organizzativo e dell’Organismo di Vigilanza
Codice Etico di Comportamento