Cemento

L'industria del cemento si colloca, nel settore produttivo secondario, tra le lavorazioni industriali in senso proprio e specificatamente fra le attività di processo, così definite in quanto, attraverso sistematici processi di trasformazione, comportano radicali modificazioni e conferiscono specifiche proprietà merceologiche e tecnologiche ai propri prodotti, tanto da diversificarli nettamente dalle corrispondenti materie prime.

L'attuale modalità di fabbricazione del cemento fu brevettata in Inghilterrra nel dicembre 1824 da Joseph Aspdin, fornaciaio della contea di York, che produsse in gran segreto il primo cemento idraulico, cuocendo ad alta temperatura una miscela di pietra calcarea e argilla. Il colore grigio e l'aspetto lapideo, uniti alla solidità e durabilità, rendevano tale legante molto simile alla pietra di Portland, paesino della  Cornovaglia, noto per la sua apprezzata pietra da costruzione; il nome "Cemento Portland", deriva quindi dall'aspetto e non già dal luogo di origine.

Documenti

Struttura produttiva e distributiva