Elementi Navigazione

Cementi d’altoforno o Portland ordinari?
29 gennaio 2022

Cementi d’altoforno o Portland ordinari?

 


I cementi alla loppa, comunemente chiamati “cementi d’altoforno”, contribuiscono a ridurre significativamente le emissioni di CO2 rispetto ai cementi Portland ordinari e consentono di realizzare opere in linea con i più alti standard ambientali, anche in termini di prestazione garantita e di idoneità alla classe di esposizione del manufatto.
In miscela col clinker, la loppa conferisce ai leganti un’elevata resistenza a compressione a lungo termine, grazie alla calce solubilizzata nell’impasto con l’acqua che ne attiva l’idraulicità latente.
Si tratta di prodotti adatti alla realizzazione di calcestruzzi normali, semplici e armati, e di malte tecniche. Quando la loppa è utilizzata in miscela con clinker e calcare o costituenti ad attività pozzolanica, può conferire ai calcestruzzi ulteriori caratteristiche di durabilità , grazie alla formazione di “nuovi” prodotti di idratazione in grado di sviluppare prestazioni superiori.
In questo contesto, trovano applicazione i cementi compositi e i cementi portland compositi evidenziati nella nuova norma europea EN 197/5, pubblicata nella primavera 2021 e orientata alla standardizzazione di leganti a basso contenuto di clinker, sostenibili e necessari per raggiungere la neutralità carbonica.

 

Suggerimenti per utilizzo di cementi d’altoforno…

In miscele particolari, sotto condizioni di maturazione definite e controllate, i cementi d’altoforno possono essere utilizzati per realizzare strutture prefabbricate e/o precompresse ordinarie, in ambienti anche altamente aggressivi. L’utilizzo di tali cementi richiede particolari attenzioni, soprattutto nelle prime ore di lavorazione ma grazie all’impiego di additivi ad hoc, sempre più avanzati e compatibili con questa tipologia di cemento, è possibile garantire un ottimo risultato finale.
Inoltre, non bisogna dimenticare che la loppa assorbe meno acqua d’impasto e, di conseguenza, richiede un consumo di additivi inferiore che si traduce in un significativo contenimento dei costi.

 

Scopri i nostri cementi CGreen alla loppa

Le nostre unità produttive di Trino Vercellese, Marghera e Augusta commercializzano già oggi cementi alla loppa, mentre ulteriori formulazioni saranno rese disponibili nei prossimi mesi presso svariate unità produttive.
Presentiamo di seguito i nostri cementi CGreen alla loppa: al link potrete consultare la scheda tecnica e scoprire lo stabilimento in cui viene prodotto.

Cementi Tipo III/A 42.5 -   i cementi Tipo III/A 42,5 N LH e Tipo III/A 42,5 N contengono dal 35 al 64% di clinker e dal 65 al 36% di loppa.
Cementi Tipo III/B 42.5 - contiene dal 20 al 34% di clinker e dal 80 al 66% di loppa

Per saperne di più e per maggiori informazioni potrà contattare il suo referente commerciale o il suo ATV di riferimento.