Elementi Navigazione

Recupero Ambientale

Su ogni sito estrattivo, al fine di ricostituire gli ambienti e gli habitat, contestualmente al proseguimento dell’attività di cava, vengono eseguite una serie di operazioni, quali: riporto di terra, consolidamento della stessa, interventi di regimazione delle acque, inerbimenti e piantumazione di specie arboree ed arbustive.

Gli obiettivi prioritari del recupero ambientale dei siti estrattivi sono:
•     Garantire la stabilità dei fronti coltivati attraverso rimodellamenti e morfologie adeguate 
•     Rimodellare l’area e integrarla nel contesto circostante, attraverso l’utilizzo di piante autoctone e di materiale di scopertura 
•     Ricostituire e potenziare gli habitat ricercando la massima diversità biologica e morfologica 
•     Valorizzare l’area recuperata: l’intero sito estrattivo, o parte di esso, viene destinato a riuso agricolo o alla collettività, rendendolo disponibile per la fruizione pubblica attraverso recuperi con finalità naturalistiche, didattiche, scientifiche e sportive.

   
 Morfasso (PC)    Castellazzo Bormida (AL)

 

 
Robilante (CN)     Sant'Albano Stura (CN)

 

Buzzi Unicem, con il fine di integrare al meglio il recupero ambientale, collabora con associazioni ambientaliste quali LIPU, LEGAMBIENTE, Cuneo Birding e altri portatori di interesse locali, nella progettazione e realizzazione degli interventi di ripristino. Grazie a queste sinergie ne scaturiscono riutilizzi a fini naturalistici, educativi, turistico-ricreativi, culturali e sportivi.
Alcuni casi esemplari di recuperi con finalità fruitiva:
 

Oasi La Madonnina (Sant’Albano Stura – CN)
Un’oasi creata realizzando due specchi lacustri ad acque basse, circondati da un’accogliente vegetazione ripariale, che ospita ogni anno centinaia di uccelli migratori o stanziali e centinaia di visitatori (appassionati del genere, birdwatcher, fotografi e famiglie). L’oasi è oggi un punto di riferimento, tra i principali siti della categoria, per la varietà di specie ornitiche avvistate.
 

      

 

Oasi Botanico Ricreativa Ceretto (Carignano – TO)
In questo sito estrattivo tutt’ora in attività, si svolgono attività didattiche e laboratori incentrati su temi scientifici e naturalistici, oltre a interessanti escursioni nel “sentiero natura” che si snoda attorno al lago di cava, tra boschi planiziali e formazioni ripariali.
 

   

 

Laghi di pesca sportiva (Castellazzo Bormida – AL e Scansano – GR)
Due laghi ad acque profonde, oggi utilizzati dagli appassionati del settore per l’attività di pesca sportiva che consente all’uomo di conciliare sport, tempo di qualità e natura.
 

   

 

Le nostre collaborazioni